Bergamo   (2/11/2013)

L'isola

Allo spazio Auditorium Polaresco di Bergamo si è tenuto uno dei più interessanti raduni fin qui svolti.

Una nutrita presenza di pubblico e di teatranti ha reso l'incontro vivo e proficuo.

 

Con:

Patrizio Esposito (fotografo)

Patrizio Dall'Argine (burattinaio)

Riccardo Caporossi (di Rem&Cap)

Diego Fratelli (insegnante di musica barocca)

Bano Ferrari (clown)

Gianni Farina (menoventi)

 

Il mio intervento non si discostava molto da quello di Bologna (In margine), l'isola è anche esoprattutto i suoi margini.

 

Eccone un breve estratto:

 

Immagino una sorta di terra di nessuno tra il territorio dell'artista e l'ignoto che sta fuori.
Quella fascia dovrebbe essere quella costantemente abitata e perlustrata dall'artista.
Ci si dovrebbe quasi disinteressare della parte centrale del proprio territorio, quella nota, quella che porta così tanto il nostro odore da risultare indigesta a chiunque altro.
Molti artisti, invece, preferiscono stazionare in quella zona: è la zona sicura, la zona di chi ha smesso di cercare.

Ma l'artista che ha smesso di cercare può dirsi ancora artista?