Ombre-Wozzeck

(Operina musicale per uomini ombra di poche parole)

Le ombre ricoprono la terra.

Le ombre si adagiano su ogni cosa e di ogni cosa prendono la forma.

Le asperità delle superfici distorcono e tormentano le ombre.

 

I cinesi dicono che le ombre racchiudono  anime.

Il fatto che abbiano pensato ad un telo (il “telo della morte”) verticale, bianco e perfettamente liscio che le possa catturare non è atto di presunzione ma di misericordia.

Il telo della morte è il luogo dove le anime tormentate dei tormentati corpi terreni possono trovare un po’ di pace nella loro forma purificata.

Lì possono sostare piene e compatte.

In cambio ci regalano tutta la forza del loro dramma.

 

Che salto folle passare dalla superficie del corpo all’interno dell’anima!

 

Claudio Morganti

 

Ideazione, musica e regia        Claudio Morganti

                   Drammaturgia        Rita Frongia

                                      Luci        Fausto Bonvini

 

                                              con

                   Woyzeck        Gianluca Balducci

                        Marie        Rita Frongia

                il capitano        Claudio Morganti

                  il dottore        Antonio Perrone

                     Andres        Gianluca Stetur

 il tamburmaggiore        Francesco Pennacchia

                           Karl        Grazia Minutella

             l'imbonitore       Claudio Morganti

               la scimmia        Francesco Pennacchia    

Le foto sono di Patrizio Esposito

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now